Conclusa il 30 ottobre 2021 la terza edizione di VRE

Si è conclusa il 30 ottobre la terza edizione di VRE – Virtual Reality Experience. 

La giuria internazionale composta dalla  Presidente Liz Rosenthal – Programmer, Venice VR e di cui fanno parte Susanna Pollack – Presidente Games for Change, Nimrod Shanit – Founder/CEO Holy City VR E Blimey Ltd e Jingshu Chen Co-Founder of VeeR ha decretato che  il vincitore del premio Best VR Project per VRE 21 è The Hangman at Home di Michelle & Uri Kranot, e ha assegnato una menzione speciale a Samsara di Huang Hsin-Chieng.

Si conferma per il terzo anno consecutivo il Premio Rai Cinema Channel che per l’edizione VRE2021 viene assegnato a Il Dubbio 2 di Matteo e Francesco Lonardi.

In collaborazione con Romaeuropa Festival e tra le Risonanze della Festa del Cinema 2021, il Festival ha presentato oltre 30 opere internazionali tra installazioni, performance, cinema a 360°, videodanza, esperienze interattive.

Eventi satellite a Torino, Milano, Modena e Palermo e online il Festival sulle piattaforme VeeR VR e HTC VIVEPORT.

Dopo il grande successo di pubblico, con una massiccia affluenza nei tre giorni del festival (14 – 16 ottobre) negli spazi della Pelanda del Mattatoio grazie alla collaborazione con Romaeuropa Festival, VRE ha continuato nella sua veste digitale, fino al 30 ottobre, con accesso gratuito alle venti opere in concorso sulle Piattaforme VeeR VR (https://veer.tv/) e HTC VIVEPORT (https://www.viveport.com /). 

Il programma ha dato grande spazio ad una selezione di oltre 30 opere XR realizzate da creators tra i più innovativi del panorama internazionale. Anteprima italiana per due film che hanno visitato i maggiori Festival d’oltreoceano e che  con VRE sono arrivati in Italia: Strands of mind and Marco & Polo Go Round. Un focus sull’Africa e sulla drammaticità di alcune realtà: Kinshasa Now, The Forgotten Ones and Noah’s Raft. Grande attenzione per i nuovi prodotti che esplorano lo spazio e il tempo come Samsara, Il Dubbio episodio 2, Paper Birds, Namoo.  

Partendo da Roma, è stato possibile dunque visionare le opere in concorso, per poi proseguire nei VRE Satellite Venues a Torino, Milano, Modena, Palermo presso alcuni tra i più prestigiosi musei e realtà culturali: il Museo del Cinema di Torino, Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci e Meet Digital Culture di Milano, il Laboratorio Aperto di Modena, Cre.Zi.Plus ai Cantieri Culturali alla Zisa di Palermo.

Sempre il 30 ottobre è giunta a termine la deadline della Call “NeXt GeneRation Italia NGI – XR challenge”, rivolta a giovani talenti o start up che vogliano proporre progetti affini alle aree del Next Generation Eu. Si tratta della prima Call for Ideas rivolta a spin-off accademici, a team e a startup innovative che presentino idee in grado di raggiungere gli obiettivi del Next Generation Italia, il Piano per costruire il futuro della nostra nazione, attraverso Progetti imprenditoriali orientati allo sviluppo di tecnologie, soluzioni digitali e servizi innovativi a forte contenuto tecnologico. Accanto a VRE i promotori della Call sono Teleconsys SPA, PTSCLAS SPA, Archangel AdVenture, Università Campus Bio-Medico di Roma.

Prodotto dall’Associazione culturale Iconialab e ideato da Mariangela Matarozzo, il Festival è realizzato con il contributo del MIC – Ministero della Cultura e della Regione Lazio e con il sostegno di Teleconsys S. p. A. e PTSCLAS S.p.A.

Con il Patrocinio di Roma Capitale, Unesco|Rome City of Film, ASI – Agenzia Spaziale Italiana, CNR,  Istituto Svizzero Roma, Ambasciata Israele in Italia, in collaborazione con Unitelma Sapienza, Unimore (Università Modena e Reggio Emilia), Università Campus Biomedico, UD’A Università Chieti e Pescara, Bicocca | MIBTEC, OSC Innovation, Associazione Italiana Giovani per l’UNESCO, Archangel Adventure, AWE, VRARA, LATAM, con la Media Partnership di RAI Cinema Channel, Rai4, RaiRadio1, Citynews.