L’uso delle tecnologie VR acutizza l’urgenza di nuove forme artistiche che siano capaci di esprimere la complessità del sentire contemporaneo, allo stesso tempo è proprio in funzione delle immense possibilità date dalle tecnologie immersive che si riesce ad immaginare di espandere la propria creatività illimitatamente. Pensare al proprio corpo come qualcosa di multiforme, indefinito e allo stesso tempo sensibile e capace di rappresentare le forme del pensiero, del movimento, della danza. Gli artisti attraverso la realtà virtuale trasmettono i loro sentimenti agli spettatori aiutandoli a entrare in una connessione con loro.

In occasione di VRE21, l’Istituto Svizzero ospita una tra le più innovative esperienze immersive “Cyberia” di Cie Maria Guta e Adrian Ganei.

  

Posti limitati, su prenotazione

mail a prenotazioni@istitutosvizzero.it

CYBERIA

di Maria Guta e Adrien Ganei